2020's Easy Money Making Strategies - Register now!

1

Zucchero, croce e delizia per tutti. E in prossimità delle feste ancor più, dato che sfuggire a dolci e cibi ricchi di zuccheri è pressoché impossibile. Come fare a regolarsi e soprattutto a sfuggire il più possibile agli zuccheri? Impresa non facile, anche perché si trovano anche in alimenti che non ci aspetteremmo e per questo occorre conoscerli.

Controlla la percentuale di zucchero di tutto ciò che mangi
Sorprendente constatare come cibi insospettabili contengano quantità più o meno elevate di zucchero. Occorre controllare sempre le etichette dei cibi per controllare quanti zuccheri contengano. In genere, il 22,5 per cento per 100 grammi viene considerata la soglia da non superare.

Fare attenzione alla scritta “energetico”
In genere, quando compare, indica un prodotto con alta soglia di zuccheri. Ad esempio le barrette cosiddette energetiche che alcuni pensano essere un buon prodotto dietetico, sono spesso ricche di zuccheri e calorie, proprio perché devono fornite energia quando il corpo consuma rapidamente glucosio, ad esempio dopo una sessione di fitness. Se invece si consumano le barrette quando non si sta facendo un grande sforzo, allora si assumono zuccheri e carboidrati “inutili” perché non si stanno compiendo sforzi e che il corpo immagazzinerà trasformandoli in grassi.

2

Non lasciarti ingannare dalle affermazioni “senza zucchero raffinato” e “senza zucchero aggiunto”
Queste diciture possono essere fuorvianti. Anche se le fonti naturali di zuccheri sono preferibili agli zuccheri raffinati, dato che contengono più fibre e nutrienti, ciò non significa che non contengano zuccheri. Spesso, anzi, i cibi “senza zuccheri aggiunti” ne contengono di più perché forse non conterranno zucchero ma dolcificanti più o meno naturali sì. E il risultato non cambia.

Fare attenzione ai cibi “naturali”
Naturale non fa rima necessariamente con dietetico o privo di zuccheri. E i cibi naturali ovvero realizzati con ingredienti naturali, non necessariamente sono sani. Anche una torta lo può essere ma ciò non significa che sia priva di zuccheri e grassi. Lo zucchero di canna, ad esempio, è un alimento naturale.

Controllare tipo e qualità di zucchero
La quantità di zucchero, certo è importante, ma anche la qualità dello zucchero lo è. Perché ha a che fare con la capacità dello stesso di sciogliersi e entrare nel flusso sanguigno. Meglio scegliere quelli con basso indice glicemico che si scompongono più lentamente. Ad esempio, lo zucchero da tavola ha un indice che si aggira intorno a 60 – 70, quando il massimo è 100. Molti snack, ad esempio, sono realizzati con glucosio che contiene un indice che si aggira intorno a 98.

3

Attenzione alla frutta
Ci sono frutti molto zuccherosi. Ad esempio i datteri, composti dal 60 all’80% di zuccheri. Meglio prediligere frutti con basso indice glicemico, come ciliegie, frutti di bosco e prugne secche che contengono, ad esempio, il 40% in meno di zucchero rispetto ai datteri e sono ricche di antiossidanti.

Source link

2020's Easy Money Making Strategies - Register now!