2020's Easy Money Making Strategies - Register now!

Non importa se preferite il mare alla montagna, il lago alla spiaggia, la città d’arte al piccolo borgo di campagna oppure la e-bike allo scooter elettrico, la –e-barca all’auto con la batteria. In Italia c’è spazio per tutte le forme di turismo elettrico: dal Nord al Sud passando per le isole.

vacanze romane

Un lago di zero emissioni

Iniziamo questo tour dai laghi dalla patria del grande scienziato Alessandro Volta, il Lago di Como oggi definito l’electric lake d’Europa. Prestigioso riconoscimento di cui hanno scritto anche testate internazionali come il Times. Bene la gloria, mai i servizi? Qui 27 operatori turistici locali – sono 9 hotel, 3 aziende nautiche, 8 ville con giardino (visitabile) e 8 istituzioni – hanno sviluppato una rete di stazioni di ricarica che garantiscono il turista che sceglie questa destinazione con l’auto o la moto elettrica. Per le escursioni a emissioni zero? Si possono noleggiare barche, e-bike e scooter elettrici. Un punto di riferimento è l’Econoleggio Como Lake dove la titolare Silvia Franzetti oltre il noleggio, le barche sono molto facili da usare e non servono documenti, offre la sua consulenza per scoprire gli itinerari dentro e nei dintorni del lago. Alcuni hotel possono contare su un servizio di taxi boat elettrico grazie alle barche di un cantiere con storia plurisecolare come quello della famiglia Riva.

Ci spostiamo al Lago di Garda dove offre escursioni a emissioni zero Fabio Boetti che gestisce il Bike Experience Emotional Tour. L’offerta di itinerari in e-bike è varia, corre lungo il lago ma si sposta anche nei paesi dell’interno e si prevedono soste nella aziende agricole e vitivinicole con la degustazione dei prodotti. Anche sul Garda si può navigare a emissioni zero grazie al servizio offerto da Nautica Felice che fa riferimento al Hotel San Filis che dispone di un pontile da dove partono le escursioni nell’area protetta di Manerba.
Bici e barca anche in Trentino. Siamo a Molveno, un borgo da 1132 abitanti in provincia di Trento, con il lago alpino, cantato dal poeta Antonio Fogazzaro come “preziosa perla in più prezioso scrigno“, definito da Legambiente come il lago più bello d’Italia. Il campeggio che gestisce i servizi sullo specchio d’acqua offre la possibilità di noleggiare le piccole barche elettriche GoGo oppure pedalare con le moutain bike elettriche circondati dallo scenario da favola delle Dolomiti del Brenta.

I piccoli borghi pugliesi in Twizy e calessino

Decisamente ricco il menù elettrico offerto in Puglia dove si sta sviluppando un turismo culturale e naturalistico che alla bellezza del mare associa l’affascinante patrimonio storico da scoprire nei borghi e in piena campagna. Qui i protagonisti sono Gianpiero Aricò e Paola Bicciato di ForPlay ovvero la società che offre itinerari esperienziali, premiati pure dall’Unione Europea, tra Ostuni, Alberobello e il Parco Regionale Dune Costiere. Un’offerta ricca grazie ad una cinquantina di Twizy che assicurano il servizio nel territorio pugliese. Ma restiamo in zona visto che è possibile un tour con la società Calessino Ape elettrico tra i vicoli del centro di Ostuni, le dune costiere e masserie antiche del 1500 con visita degli ulivi millenari e degustazione finale di un olio prelibato. Infine, il tour sulla costa con giornata al mare: degustazione di piatti tipici marini aspettando il tramonto.

La Valtellina elettrica con le cargo-bike

La montagna italiana è sempre bella, ma può essere assaporata meglio con le e-bike che permettono anche alle persone meno allenate di coprire ampie distanze in tranquillità. Un’esperienza che può essere condivisa anche dalle famiglie grazie alle cargo bike che permettono il trasporto dei più piccoli. L’iniziativa è della società e-Stelvio di Valdidentro che conta un parco-bici a noleggio di oltre 45 e-bike. Un bel patrimonio per pedalare ed ammirare dei panorami montani ad alta suggestione.

In Emilia terra di motori e pedali

In una mappa turistica elettrica non può mancare la terra d’eccellenza dei motori. Iniziamo da Modena dove si scopre e-bike travel che offre e-tour tra monumenti e i templi della gastronomia tipica come i caseifici del Parmigiano, le cantine del Lambrusco e le acetaie dell’aceto balsamico. Un tuffo nei sapori tipici e nell’affascinante medioevo emiliano con la visita di monumenti sorprendenti come l’Abbazia di Nonantola.

Una sosta nel capoluogo Bologna che negli ultimi anni ha scoperto il turismo e si è qualificata la già ottima offerta di siti ed eventi culturali. In città ci si può muovere a emissioni zero con molto facilità. Merito dell’azienda dei trasporti locali Tper che ha messo a disposizione dei bolognesi e degli ospiti oltre 300 auto elettrico con il servizio Corrente. Un menù che si è poi arricchito con le e-bike ed una infinità di percorsi da scoprire pedalando in elettrico: il tour del gelato, dei graffiti, della birra artigianale, del vino, dei monumenti storici…

A poca distanza si scoprono le offerte elettriche della Romagna dove da tempo è possibile usufruire delle escursioni alla diga di Ridracoli con e-bike, canoe e la barca elettrica che permette il carico e trasporto delle bici.
La scoperta più insolita è nella Riviera, simbolo del turismo di massa, che offre esperienze ad alto tasso naturalistico. A Cervia oltre la frequenza dei tradizionali stabilimenti è possibile fare, a poca distanza dal centro urbano, birdwatching in un’oasi naturale. A bordo di una barca elettrica, per non disturbare la fauna, si ammira la colorata colonia locale dei fenicotteri rosa. Nella gran parte delle città romagnole sul mare è possibile noleggiare bici elettriche e monopattini per muoversi senza emettere emissioni.

La Sardegna per un mare elettrico

Potete circumnavigare l’isola senza emissioni. Merito di Mathias Andreas Reiter, tedesco ma salde radici in Sardegna, che con la sua barca a vela a propulsione elettrica offre escursioni giornaliere ma anche della durata di una settimana in tutta l’isola. Oltre le vele il motore elettrico è alimento da una piccola pala eolica e dai pannelli solari. Aria pulita e naturalmente acqua cristallina.

Cagliari, il capoluogo sardo, offre sia la possibilità di noleggiare le barche elettriche per navigare nell’incantevole Baia di Cagliari che le e-bike di Scopri Cagliari dove con tour guidati si attraversa il centro storico della città, si percorre la lunga spiaggia del Poetto e si possono ammirare centinaia di fenicotteri rosa nello stagno di Molentargius.

Nel centro dell’isola ci sono tre società: Active Holiday Sardinia, Let’s Bike Sardinia e Memabiketours (alla e-bike alterna lezioni di yoga) che offrono escursioni nel cuore selvaggio dell’isola, il Supramonte, e lungo gli itinerari del Golfo di Orosei.

Sul Piave si naviga in silenzio, come sulla Sila in Calabria

Un gruppo di ventenni con I love Piave ha valorizzato con la mobilità elettrica uno dei fiumi italiani più carichi di storia. Con le loro piccole barche, facili da usare e senza patente nautica, hanno disegnato itinerari culturali e naturalisti lungo il corso d’acqua dove hanno individuato anche delle aree sosta per fare pic-nic con i prodotti locali. Ad emissioni e chilometro zero.
Pronti a navigare anche ad alta quota, 1.300 metri sul livello del mare, nel Parco Nazionale della Sila. Siamo in Calabria, nel paese di Lorica, nel lago Arvo dove Francesco Lico con i suoi soci offre escursioni con un piccolo traghetto elettrico. Zero puzza, zero rumore o quasi per ammirare flora e fauna di questo incantevole lago montano. E per chi si vuole divertire quest’anno è arrivata anche la bici d’acqua. Non è elettrica, ma muscolare. Comunque sempre ad emissioni zero.

Source link

2020's Easy Money Making Strategies - Register now!